Cassiglio

Un piccolo centro montano circondato dalla natura

Scopri tutte le strutture a Cassiglio :

Abitanti: 122

Altitudine: 600 mt s.l.m.

Distanza da Bergamo: 45 km

Punti di interesse: Lago di Cassiglio, Danza Macabra di Baschenis, Santuario dell’Immacolata, Casa Milesi

Attività: Baita Foier, Rifugio Gazzaniga, itinerari MTB, itinerari escursionistici

Da non perdere: Festa alla Baita Foier (metà agosto)

 

Si dice che Cassiglio prenda il nome da “Casei”, cioè dalle prime sei case esistenti sul territorio.
Il paese si estende a monte del torrente Stabina in felice posizione ambientale, in prossimità dello sbocco della Valle Stabina nell’alta Valle Brembana.
I dintorni di Cassiglio, di notevole rilevanza escursionistica, consentono all’appassionato di montagna di praticare la disciplina preferita in un ambiente che si qualifica per significativi pregi paesaggistici. D’estate la zona del Lago di Cassiglio si riempie di numerosi turisti che passano le loro giornate di relax e tranquillità sulle rive del piccolo lago, immersi nella natura della Valle di Cassiglio. Camminando attraverso i boschi in circa 1 ora e 30 minuti si giunge alla Baita Foier; seguendo il sentiero 101 si arriva in circa 1 ora al Passo Baciamorti e Aralalta, tappa dell’antica via che conduceva in Val Taleggio e in Val Sassina, e al rifugio Gazzaniga in 2 ore.

Su una facciata della chiesa parrocchiale dedicata a San Bartolomeo Apostolo è rappresentata una Danza Macabra risalente alla seconda metà del XV secolo, attribuita ad Angelo Baschenis.
Il santuario dell’Immacolata, costruito durante la peste del 1630, è posto poco prima dell’ingresso del paese. Nel centro del paese sulle pareti della Casa Milesi vi sono interessanti affreschi e una Danza Macabra del 1700 circa.

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+