Redivo e casa Bottagisi

Architetture del passato nelle storiche frazioni di Averara

Redivo è una frazione di Averara, che sorge lungo la Via Mercatorum, nel tratto che da Olmo al Brembo sale al Passo San Marco. Posta su un colle poco al di sopra della Via Porticata del centro paese, sembra controllare i passaggi di merci e viandanti, non a caso fu per secoli residenza del vicario veneto. Nel XIII secolo sorse un oratorio poi ampliato nell’attuale bella chiesetta dedicata a San Pantaleone, Santo medico protettore delle malattie, resta per fortuna il grazioso campaniletto in stile romanico, le cui campane sono tra le più antiche della valle.

Alcune località nei dintorni di Redivo mostrano segni di tempi passati, come Castello, La Valle, Bastianelli e Lavaggio, in quest’ultima sorge appollaiato sulla cima del monte il piccolo oratorio dedicato a San Rocco eretto a ricordo della peste manzoniana.

Edificio emblematico di Redivo è la famosa “Casa Bottagisi“: a questo antico e caratteristico edificio che si affaccia sulla Via Mercatorum è stata spesso attribuita la funzione di “dogana veneta”, ma non esistono documenti che ne comprovino tale funzione ed è più probabile che fosse una residenza privata. Non è quindi possibile attribuire alla “Casa Bottagisi” un ruolo pubblico legato alla presenza della più antica strada della Valle Brembana, tuttavia altri elementi caratteristici ne fanno un notevole punto di riferimento nella storia vallare per le sue specifiche forme architettoniche.

Il palazzo ha mantenuto le linee e le strutture che ne fanno un esempio ormai pressoché unico nel panorama edificativo della Valle Brembana, quantunque nei comuni di Averara e Santa Brigida si trovino altri edifici che richiamano, in forma meno evidente, la fisionomia di questa casa.

L’edificio fu probabilmente costruito nel Cinquecento, inglobando un altro più piccolo preesistente, forse in seguito alla necessità di realizzare nuovi spazi per accogliere uomini e funzioni.

La facciata presenta, sopra le ampie arcate di base, due avancorpi laterali in muratura che racchiudono un ampio spazio entro il quale spiccano le splendide scale in legno, la cui costruzione risale probabilmente a un’epoca posteriore all’erezione dell’edificio. Un vero tripudio di scale, sapientemente ed elegantemente strutturate per raggiungere i tre piani della casa con una formazione a ventaglio che pone al centro i tre pianerottoli dai quali si dipartono le rampe disposte simmetricamente ai due lati.

 

Scopri di più sulla Via Priula e sulla Via Mercatorum

VIVI ESPERIENZE: scopri gli itinerari tematici culturali e le visite guidate con gli animatori delle Terre dei Baschenis.

I NOSTRI CONSIGLI

  • Averara è uno dei paesi più ricchi di storia, che ha ricoperto nei secoli passati un ruolo centrale nella vita dell’intera valle Averara e della Valle Stabina. Oltre a Redivo aggiungete una visita alla bellissima Via Porticata nel centro di Averara, sotto lo sguardo vigile delle antiche Torri. E se siete amanti delle passeggiate, raggiungete a piedi il borgo della frazione Valmoresca, a circa 45 minuti dal centro di Averara.
  • Se volete fare tappa ad Averara all’interno di una giornata sul territorio scoprite le proposte: una giornata in…

Guarda anche:

Scopri gli eventi in zona