Chiesa Parrocchiale di Sant’Ambrogio Vescovo

Dove i Baschenis hanno lasciato un'opera magistrale

I primi cenni all’esistenza di una chiesa a Ornica risalgono al secolo XIV, quando nel luogo dove sorge l’edificio attuale fu eretta una piccola cappella dedicata a Sant’Ambrogio, governata da un cappellano. La chiesa era soggetta alla pieve di Santa Brigida, dalla quale si staccò nel 1456, diventando parrocchia autonoma garantita da una rendita per il sostentamento del parroco, a carico della popolazione.

Gli Atti della visita pastorale di San Carlo del 23 ottobre 1566 ci forniscono alcune indicazioni su questa chiesa: aveva cinque altari, di cui quello maggiore era consacrato e ornato da una bella pala (si tratta probabilmente del polittico di Sant’Ambrogio), inoltre era corredata di una minuscola sagrestia, di un campanile con due campane.

Di questa chiesa, che era assai piccola, rimane oggi solo il presbiterio che corrisponde all’attuale sagrestia, con la prestigiosa volta a crociera affrescata da Angelo Baschenis, Cristo in maestà e angeli, Dottori della Chiesa, Assunzione di Maria (1485).

L’edificio attuale, in stile tardo barocco, con la navata a croce latina divisa in tre campate e con la volta ad arco ribassato, fu costruito nella prima metà del Settecento, per iniziativa del parroco don Giacomo Pesenti che vi investì gran parte del suo patrimonio privato.

Vanto della chiesa di Ornica è il Polittico di Sant’Ambrogio, opera cinquecentesca attribuita a un pittore della scuola di Cima da Conegliano. Il polittico è racchiuso nella sua cornice originale, pregevolmente intagliata e dorata, si suddivide in quattro registri e comprende ben quattordici tavole.

 

I NOSTRI CONSIGLI

La sacrestia della chiesa parrocchiale rappresenta uno degli esempi più belli delle opere che hanno lasciato sul territorio i pittori Baschenis. E’ possibile accedervi solo in occasione di eventi o visite organizzate. Per vedere la chiesa e il caratteristico borgo rurale di Ornica, con tutte le sue curiosità storiche, consigliamo l’itinerario tematico:

Guarda anche:

Scopri gli eventi in zona